Operazione 4.2.1

Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli


Focus Area 3A: migliorare l’integrazione dei produttori primari nella filiera agroalimentare attraverso i regimi di qualità, la promozione dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte, le associazioni di produttori e le organizzazioni inter–professionali


La storia

Nel 1907, quando il Trentino ancora sottostava all’Impero Asburgico, si costituiva ad Isera l’omonima Cantina Sociale. Nata per volontà dei viticoltori della zona, la Cantina d’Isera raccoglieva già allora le uve pregiate delle colline basaltiche di Isera, prime fra tutte quelle di Marzemino. Oggi oltre 150 soci, su una superficie di circa 200 ettari, conferiscono ad ogni vendemmia mediamente 20.000 quintali di uve scelte e pregiate. “Il buon vino nasce in campagna”: questa una delle massime alle quali la Cantina d’Isera si attiene fermamente. Dalla scelta dei nuovi impianti sino al controllo sistematico dell’intero ciclo vegetativo, tutto è seguito e controllato rigorosamente, al fine di ottenere una produzione viticola sana e di alta qualità. Sotto la guida di esperti enologi, la Cantina d’Isera provvede quindi alla vinificazione delle ottime uve fornite dai soci, bilanciando sapientemente i vantaggi delle nuove tecnologie e la saggezza delle antiche tradizioni. Il monito “La qualità non accetta compromessi” rappresenta per la Cantina d’Isera un imperativo, un impegno nei confronti del consumatore e la garanzia di poter assaporare, apprezzare e amare i vini creati dalla passione dell’uomo e dalla generosità della collina di Isera.

PSR 2014-2020

La Cantina d’Isera attraverso le linee guida impartite dal consiglio di Amministrazione ha deciso di effettuare degli investimenti volti a innovare le tecnologie esistenti, all’adeguamento strutturale della Cantina e nel contempo effettuare una politica di riduzione dei costi industriali.
La realizzazione di tali investimenti è stato possibile grazie alla concessione di contributo della PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, in riferimento al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 ed in particolare con l’operazione 4.2.1. “sostegno a investimenti a favore della trasformazione e commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli. Nel dettaglio evidenziamo gli investimenti in corso:
1) ammodernamento dell’impianto d’illuminazione con punti luce a Led;
2) condizionamento del locale Vinoteca;
3) adeguamento della struttura con nuove pavimentazioni dotate di sgrondi e tinteggiatura degli stessi;
4) acquisto linea di confezionamento;

Spesa ammessa a contributo (punti 1,2,3) Euro 65.405;
Spesa ammessa a contributo per acquisto macchinari (punto 4) Euro 26.095

Importo contributo (punti 1,2,3) concesso Euro 26.162 pari al 40% della spesa ammessa;
Importo contributo (punto 4) per acquisto macchinari concesso Euro 5.291 pari al 20% della spesa ammessa;



Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento, visita il sito del PSR http://www.psr.provincia.tn.it/ e della Commissione europea dedicato al FEASR https://ec.europa.eu/agriculture/rural-development-2014-2020_it